Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna

Il Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna è nato ufficialmente nel 2001 con la mission di tutelare, promuovere e valorizzare questa produzione, simbolo del Made in Italy nel mondo.

La Mortadella Bologna è un prodotto IGP, cioè ad Indicazione Geografica Protetta, un riconoscimento concesso dall’Unione Europea per sancire il valore di una particolare specialità alimentare, prodotta in una determinata zona geografica e immediatamente riconoscibile per le sue caratteristiche organolettiche.

La zona di elaborazione della Mortadella Bologna IGP comprende Bologna e il territorio dell’Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto, provincia di Trento, Toscana, Marche e Lazio.

La Mortadella Bologna IGP

La Mortadella Bologna prodotta in Italia con passione e un savoir faire unico al mondo è un salume cotto, fatto esclusivamente con carne suina altamente selezionata, dal profumo inconfondibile e dal gusto intenso e leggermente speziato.

La sua è una storia secolare. L’origine del nome viene fatto risalire all’epoca romana. Secondo alcune fonti, deriva da “Mortarium” (mortaio), un utensile usato per schiacciare la carne di maiale, mentre altre fonti ritengono che provenga dal latino “Myrtatum” ovvero il Mirto, la spezia utilizzata per aromatizzare le carni suine.

Disciplinare

Nel 1661 viene ufficialmente riconosciuto il valore di questo prodotto. Il 24 ottobre, a Bologna, il Cardinale Farnese emise un bando che codificava la produzione della mortadella fornendo un vero e proprio antesignano dell’attuale.

Con o senza Pistacchi?

Con o senza pistacchi è una questione di gusti. Il Disciplinare di produzione ammette entrambe le versioni. Storicamente nel bolognese e nel Nord Italia si preferisce quella senza pistacchi, mentre a Roma, nel Centro e Sud Italia la nota verde dei pistacchi nella Mortadella Bologna è un must irrinunciabile. 

È buona e fa bene: i valori nutrizionali

La Mortadella Bologna è un prodotto sempre più in linea con i dettami della scienza nutrizionale moderna: un etto possiede circa 288 calorie, meno di un piatto di pasta. Inoltre, ha soltanto 60/70 milligrammi di colesterolo per etto, come la carne bianca più dietetica. Oltre alla elevata presenza di proteine nobili, la Mortadella Bologna si contraddistingue per il contenuto di Vitamine B1, B2 e Niacina ed è ricca di minerali come ferro e zinco che garantiscono un adeguato apporto energetico a chi pratica sport.

Un piacere anche in gravidanza

La Mortadella Bologna IGP può essere tranquillamente consumata durante la gestazione, poiché è un salume cotto e quindi, grazie al suo trattamento termico, mette al riparo dalla trasmissione di infezioni pericolose. E, allo stesso tempo, consente un corretto apporto di nutrienti nobili ed essenziali per la madre e per il bambino. In particolare, l’apporto proteico è notevole, intorno al 16%, permettendo di fornire i “mattoni” migliori per lo sviluppo del nascituro.

Modalità di consumo e versatilità in cucina

La Mortadella Bologna, oltre ad essere l’ingrediente principe del ripieno del tortellino, è ottima anche nella preparazione di moltissime specialità della cucina italiana o come finger food all’ora dell’aperitivo.

La modalità di consumo più amata è in purezza, a cubetti o a fette in abbinamento ai panificati come pizza bianca, rosetta, tigelle, focacce.

Godersi la vita, dal 1661!

Il nuovo claim esprime al meglio i valori che ci contraddistinguono: siamo quelli che si gustano ogni momento, quelli per cui la felicità è più grande se condivisa, quelli che si prendono il giusto tempo per assaporare ogni morso e inebriarsi dell’inconfondibile profumo della Regina Rosa.

Curiosità

La Mortadella Bologna per molti secoli ha rappresentato un prodotto destinato ad una élite di buongustai, nobili e ricchi borghesi che potevano permettersi un salume dal prezzo elevato. È solo a seguito della rivoluzione industriale e del graduale sviluppo dell’industria salumiera, avviato nell’Ottocento, che diventa un prodotto accessibile a tutti, “democratico” e popolare.

L’amore per la Mortadella Bologna ha coinvolto anche personaggi famosi: il compositore Gioacchino Rossini amava a tal punto la Mortadella Bologna da possederne una fabbrica, l’eroe dei due Mondi Giuseppe Garibaldi, durante il soggiorno all’isola di Caprera, si faceva recapitare dal compagno d’armi bolognese Medardo Bassi, Mortadella e tortellini.

Per news, approfondimenti e ogni informazione sulla Mortadella Bologna IGP, visita il sito www.mortadellabologna.com

Biglietti

Acquista il tuo biglietto su Ticketone

Email

info@rdssummerfestival.it